venerdì 3 ottobre 2014

"Io & Marley" di Crogan John (2006)

Divertente, mai scontata, la storia di Marley regala molte emozioni. Marley è un cane dotato di molta forza fisica, da cucciolo combina ogni pasticcio, ma anche da adulto le sue intemperanze sono numerose. Refrattario ai classici metodi di scuola, i suoi padroni si sentono inadeguati, raggiungono vette di disperazione, che persino rischiano di minacciare l'unione familiare. I danni provocati dal loro cane diventano sempre più ingenti. Nonostante tutto, però, Marley sa come farsi amare. Il legame che si crea tra padrone e cane è sempre più stretto, affettuoso, intenso. La penna dell'autore, Crogan John, è leggera e fluida. Sembra di vivere in prima persona la storia. La lettura, agile e scorrevole, ci porta a voler accarezzare un cane e a volerne uno tutto per noi. Per me, che amo i cani, è stato un racconto molto bello e intenso. Da psicologo mi piace sottolineare l'importanza di prendersi cura di un animale domestico. Una presenza fisica in casa, che a suo modo restituisce calore e contribuisce a rendere la vita più ricca. Da un punto di vista educativo, un animale domestico insegna al bambino a mettersi nei panni dell'altro, a intuire i suoi bisogni e anche a mettersi al servizio di chi è in condizioni di necessità. Il cane, in particolare, insegna la fedeltà, l'attaccamento e la coerenza: tutti valori che forse oggi stanno diventando molto rari. 
Consiglio di leggere il libro a chiunque. La lettura è adeguata anche a lettori in età scolastica.